Cambiano i toni della politica

In questi giorni si concluderanno le consultazioni per cercare di formare un nuovo consenso che permetta di portare questo Paese fuori dall’incubo che abbiamo vissuto negli ultimi 12 mesi.

Questo difficile compito come sappiamo è stato affidato a Draghi. Nessun profilo social, nessuna diretta facebook e una brevissima, anzi, telegrafica conferenza stampa.

Questo incipit ci fa ben sperare… La prima cosa certa che sappiamo è che i toni della politica cambieranno e questo sarà un primo grande risultato. Lontano dai teatrini, dalle querelle e dai battibecchi inutili, forse, i nostri politici avranno più tempo per Governare e raggiungere i risultati previsti.

Con Draghi ci sarà poco da scherzare. Non è un tecnico, bensì un super tecnico di matrice Keynesiana. La seconda cosa certa è quindi che si lavorerà per organizzare grandi opere pubbliche con i finanziamenti del recovey found, da qui secondo questo approccio economico (semplificando al massimo) l’economia dovrebbe trovare respiro nel rapporto disoccupazione/ consumi…

Sul fronte sanitario, non sarà possibile effettuare ulteriori tagli, piuttosto cercare di consolidare il welfare attraverso il coinvolgimento di enti privati e associazioni territoriali che dovrebbero aiutare nella semplificazione della campagna vaccinale. Queste sono solo teorie, vedremo in pratica….

Precedente

Non date la colpa a noi

Prossima storia

Io Apro a suon di petardi

Altre proposte di lettura

La resistenza della bellezza

Da oggi online il progetto fotografico ideato da Roberto Maggio,  OTHER PLACES (https://other-places.net/).   Other