Come in Blade Runner

Come in blade runner…

Walle è la prima azienda italiana che si occupa di mobilità aerea interurbana. Punta a fornire un servizio di taxi aerei elettrici Vtol (vertical take-off and landing). Secondo i loro sostenitori, i taxi volanti dovrebbero rivoluzionare i trasporti nelle metropoli e in tutte le zone con elevata densità abitativa. Le prime reti dovrebbero collegare i punti strategici delle città, le zone turistiche e i principali nodi di traffico, come aeroporti e stazioni ferroviarie. Uno studio di Morgan Stanley ha calcolato che il giro d’affari del settore potrebbe arrivare a 1,5 trilioni di dollari nei prossimi vent’anni.  L’italiana Walle Mobility e Jaunt Air Mobility, produttore americano di elicotteri elettrici con tecnologia VTOL (vertical take off and landing), annunciano la partnership per lo sviluppo in Italia del segmento di mobilità aerea urbana (UAM-Urban Air Mobility), concentrandosi su rotte entro i 50 km. La partnership si pone l’ambizioso obiettivo di lanciare in Italia, entro il 2024, l’innovativo servizio di trasporto, per rotte entro i 50 km, con shuttle elettrici in grado di decollare e atterrare sui vertiporti (eVTOL electric vertical take off and landing).Walle è la prima realtà italiana che vuole sviluppare nel nostro paese il business legato alla mobilità aerea interurbana/regionale, offrendo un servizio shuttle di trasporto per persone attraverso veicoli VTOL, con l’obiettivo di trasformare radicalmente il trasporto di passeggeri in zone ad alta densità abitativa, connettendo punti strategici delle città o zone turistiche con importanti nodi di traffico come aeroporti e stazioni. Lo scenario Blade Runner non era poi così distopico.

Precedente

Vademecum per content creators

Prossima storia

Amazon sfida anche i supermercati

Altre proposte di lettura